Storia e filosofia editoriale

Cartman Edizioni è nata a Torino nel 2005 nello studio della casa dove sono cresciuta in mezzo a quegli stessi libri che impilavo da bambina per misurarmi l’altezza.
Oggi, a distanza di 12 anni, rivedo con tenerezza la spontaneità, l’intraprendenza, la voglia di fare che hanno caratterizzato quegli inizi in cui tutto mi sembrava difficilissimo e irraggiungibile, incredibile e affascinante.
Così oggi, quando mi chiedono qual è la filosofia editoriale di Cartman, rispondo che per me i libri sono rami di alberi genealogici e fare libri non è altro che tramandare eredità un po’ speciali.

Quando ho iniziato questo lavoro sapevo che non sarebbe stato semplice. Sono diventata psicologa ma non sono nata editore, sono semplicemente e con grande mia fortuna cresciuta in mezzo ai libri. Non ne sapevo nulla o quasi del mondo del fare libri se non ciò che, da bambina, vivevo direttamente osservando i miei genitori mentre li scrivevano. Non conoscevo i meccanismi di quello che da sempre percepivo come il giocattolo più bello: un libro da sfogliare. Potevo soltanto immaginare quanto fosse incredibile il mondo di fate e folletti che dentro a un libro di fiabe davano vita alla mia immaginazione. Allora non avrei mai creduto che un giorno di quel mondo ne avrei fatto il mio lavoro. Ho imparato passo a passo una buona percentuale di quel tutto fatto di lettura, editing, impaginazione, comunicazione, distribuzione che in fondo rappresenta le regole di questo gioco affascinante. Ogni giorno vedo crescere Cartman, ormai da tempo spostata in sede indipendente, supportata da una squadra preziosa che crede quotidianamente con me a questa piccola editoria: mia sorella Chiara, i miei genitori Ave e Gian Paolo, le amiche Manuela, Dorina, Deborah. Ho delineato l’identità della mia casa editrice trovandola affine a quella di un pescatore che deve imparare quanto l’intuito e l’impegno siano determinanti per una proficua uscita in mare, o a quella di un regista da cui ci si aspetta che dalla sceneggiatura prenda vita la storia nel migliore dei modi. 

Ancora oggi, dopo oltre sessanta titoli pubblicati, mi sfuggono molte delle dinamiche che sottostanno dietro a un bestseller. Ma, in fondo, ammetto di essere da sempre un po’ controtendenza: ho lasciato che Cartman si formasse sugli errori prima che sui successi, sulla scelta dei titoli prima che sui numeri. Il risultato è un catalogo di libri curati con estrema dedizione, fatti seguendo quella tradizione artigiana e famigliare che fa dell’Italia, da sempre, un grande modello e di cui, anche guardando ad altri settori commerciali, sono una convinta sostenitrice. Un nostro autore, recentemente, ci ha detto: pubblicare il mio libro con Cartman mi ha dato l’impressione di mettere al mondo qualcosa di fatto a mano.

La linea editoriale si concentra sulla pubblicazione di saggistica universitaria legata alla musica, all’arte, al teatro, alla psicologia, alla comunicazione; di fotografici di viaggio; di manuali di italiano e di LIS (Lingua dei Segni italiana); di saggi di argomento sociale. E poi poesie, autobiografie e romanzi.

Non dicere ille secrita a bboce Non pronunciare queste parole preziose a voce alta [ma scrivile, ndr] – iscrizione in latino volgare ritrovata nella catacomba romana di Commodilla – è la coordinata che segna le nostre scelte editoriali e il nostro impegno nella produzione di libri di qualità da consegnare al futuro.

Cecilia Caprettini | Direttore editoriale ceciliacaprettini@cartmanedizioni.it

Chiara Caprettini | Caporedattore e Foreign rights chiaracaprettini@cartmanedizioni.it