Parole peregrine

5,00

Novanta poesie

Autore: Gian Paolo Caprettini

Descrizione

Quale voce ascoltare del coro
silenzioso e stonato che non so far capire?
Sarai tu, penna stanca e orgogliosa,
a tracciare ancora la mia caricatura,
tu lo strumento per frasi non finite.

Gian Paolo Caprettini, insegna presso l’Università degli Studi di Torino dove è direttore del Master in Giornalismo. Tra i suoi libri più recenti: Tutta colpa della tivù (2004), Colpi di testo. Dinamiche dell’immaginario narrativo (2005), Semiotiche al cinema (2006, con A. Valle), Il barbecue della verità. Maldicenze, pettegolezzi, intercettazioni (2012). Per Cartman ha pubblicato Extracampus. La televisione universitaria (2008, con L. Denicolai), la raccolta di poesie Parole peregrine (2010) e il saggio Modernità all’italiana. Origini e forme dello spettatore globale (2012).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Parole peregrine”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *